In questi mesi, l’Italia, come gran parte delle nazioni europee, sta affrontando una vera e propria crisi energetica, che si riflette sul caro bollette con incrementi senza precedenti.

L’aumento della bolletta elettrica è legato principalmente all’incremento del prezzo del gas sui mercati internazionali (da cui dipende oltre il 40% della produzione elettrica italiana), ma anche al COVID, a fattori meteo sfavorevoli e a tensioni geopolitiche internazionali in ambito energetico.
Nel settore industriale, tutto ciò si traduce in un incremento diretto dei costi operativi di esercizio al punto da costringere qualche impresa addirittura al blocco degli impianti.

Technoacque è da sempre sensibile al tema ambientale, alla riduzione dei consumi idrici ed energetici, ed è per questo che propone, già da diversi anni, supporto in tutti i settori industriali per la ricerca di soluzioni rivolte all’ottimizzazione dei processi industriali.

Per la riduzione dei costi di esercizio negli impianti di dissalazione, Technoacque propone già da tempo membrane ad osmosi inversa di nuova generazione, caratterizzate da un’elevata durabilità e robustezza, e sono in grado di operare a ridotta pressione differenziale favorendo l’utilizzo di elettropompe meno energivore con una sensibile riduzione dei consumi elettrici.

Le membrane sono costituite da numerosissimi strati filtranti sovrapposti in poliammide, avvolti a spirale, con pori di diametro inferiore al nanometro ed è in grado di separare elementi con peso molecolare inferiore ai 200 Dalton.

Di quanto è possibile ridurre i consumi elettrici?

Per rispondere alla domanda, riportiamo, a titolo di esempio, una simulazione fatta confrontando i consumi richiesti da un impianto di osmosi inversa da 15 m3/h alimentato con acqua salmastra (brackish-water) realizzato con membrane RO standard con quelli richiesti da un impianto di pari potenzialità, realizzato con membrane a bassa energia ‘’LE-PRO’’.

 

Schema di lavoro e configurazione impianto

 

Membrane standard RO
Description Flow (m³/h) Pressure (bar)
1 Raw Feed to RO System 25 3,0
2 Net Feed to Pass 1 25 17,1
4 Total Concentrate from Pass 1 10 11,9
6 Net Product from RO System 15 0,0
Dati relativi a impianto con Membrane ‘’LE-PRO’’
# Description Flow (m³/h) Pressure (bar)
1 Raw Feed to RO System 25 3,0
2 Net Feed to Pass 1 25 8,3
4 Total Concentrate from Pass 1 10 3,8
6 Net Product from RO System 15 0,0
I valori si riferiscono a simulazioni eseguite con acqua con 800 ppm di TDS a temperatura operativa di 15°C.

Confrontando le pressioni di esercizio dei due impianti, si può notare come le membrane ‘’LEPRO’’ richiedano una pressione d’alimento di ben 9 bar inferiore rispetto alle standard, con un conseguente notevole risparmio sui consumi energetici richiesti.

Il consumo energetico specifico calcolato con membrane standard risulta pari a circa 0,99 kWh/m³, quasi il doppio rispetto a quello richiesto da membrane innovative a bassa energia (0,50 kWh/m³).

Le prestazioni operative degli impianti di osmosi dipendono da molteplici fattori di cui è bene tener conto durante la fase di progettazione e la scelta corretta delle membrane in base alla qualità dell’acqua disponibile può aiutare a ridurre sensibilmente i costi di esercizio delle macchine.

Technoacque è a disposizione per qualsiasi chiarimento in merito agli impianti di dissalazione con tecnologia ad osmosi inversa e pronta a ricercare la soluzione più adatta alle vostre esigenze. Non esitate a contattarci!

Aiutiamo le imprese a migliorare la gestione delle acque

desidero saperne di più

Aiutiamo le imprese a migliorare la gestione delle acque

desidero saperne di più

Ti è piaciuto questo articolo? Condividi!

POTREBBE INTERESSARTI:

POTREBBE INTERESSARTI: